La Pesca a Bracciano

Indice

Introduzione
Ottenere la Licenza di Pesca
Pesci presenti nel Lago
Misure minime e periodi di divieto di Pesca
Norme nella Pesca

Introduzione

La Pesca a Bracciano è uno sport molto diffuso, non solo per la varietà di specie ittiche presenti in esso, ma anche perchè offre al pescatore la possibilità di godere del panorama e della pace che solo un posto come questo tranquillo Lago, fuori dal caos della città, può offrire.

Torna All’Indice

Ottenere la licenza di pesca

Per pescare al Lago di Bracciano bisogna richiedere la Licenza di pesca categoria “B” (ovvero quella per le acqua interne), licenza dalla durata di 6 anni che si ottiene consegnando tutti i materiali elencati sotto allo sportello dell’Assessorato Caccia e Pesca, situato inVia Nomentana 54, aperto dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15:00 alle 16:00.
Per contattare telefonicamente l’ufficio chiamare il seguente numero: 0667661.

  • Domanda in carta da bollo da Euro 10,33 indirizzata al Presidente della Giunta Provinciale di Roma con l’indicazione del cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza e dichiarazione esplicita di non aver riportato condanne per reati in materia di pesca e le eventuali sanzioni amministrative subite per violazioni in materia di pesca; nel caso in cui l’interessato non presenti personalmente la domanda, occorre allegare fotocopia del documento di riconoscimento da cui risulti la residenza dell’interessato;
  • Due fotografie formato tessera, uguali e recenti, di cui una autenticata; la foto può essere autenticata anche presso
    l’Ufficio Pesca, purché l’interessato si presenti personalmente e sia munito di valido documento di riconoscimento;
  • L’attestazione del versamento effettuato sul c/c postale n.51547008 intestato a”Provincia di Roma” per l’importo di Euro 34,56.Se il vostro indirizzo di residenza è uno dei seguenti comuni in provincia di Roma, allora la tassa regionale è di 24€:
    Affile – Agosta – Allumiere – Anticoli Corrado – Arcinazzo Romano – Arsoli Artena – Bellegra – Camerata Nuova – Canterano – Capranica – Prenestina- Carpineto Romano – Casape – Castelmadama – Castel S. Pietro Romano – Cave – Cerreto Laziale – Cervara di Roma – Ciciliano – Cineto Romano – Civitavecchia Colonna- Frascati – Gallicano nel Lazio – Genazzano – Gerano – Gorga – Grottaferrata – Guidonia Montecelio – Jenne – Licenza – Mandela – Marano Equo – Marcellina- Marino – Montecompatri – Monteflavio – Montelanico – Monteporzio Catone – Montorio Romano – Moricone – Nerola – Olevano Romano – Palestrina – Palombara – Percile – Pisoniano – Poli – Riofreddo – Rocca Canterano – Rocca di Cave – Rocca di Papa – Roccagiovine – Roccapriora – Rocca S. Stefano – Roiate – Roma – Roviano – Sambuci – Saracinesco – Segni – S.Angelo Romano – S. Cesareo – S. Gregorio da Sassola – S. Marinella – S. Polo dei Cavalieri – S. Vito Romano – Subiaco – Tivoli – Tolfa – Vallepietra – Vallinfreda – Vicovaro – Vivaro Romano – Zagarolo.
    (Nel caso in cui risiediate all’estero, vi basterà pagare SOLAMENTE un versamento dell’importo di Euro 34,56 sul c/c postale n. 51547008 intestato a “Provincia di Roma”.)
  • L’attestazione del versamento su c/c 51547008 intestato a:”Provincia di Roma” per l’importo di Euro 2,58 per ii libretto di licenza di pesca.
  • Una marca da bollo da Euro 10,33.

Persico Lago di Bracciano - Clicca Per IngrandireSe volete far arrivare direttamente la  licenza di pesca a casa vostra, dovrete effettuare un ulteriore versamento per
l’importo di Euro 2,89 su c/c postale n. 51547008, intestato a “Provincia di Roma”. L’ attestazione sopra elencata deve essere allegata alla domanda.

Anche i ragazzi minorenni, con età maggiore di 14 anni, possono ottenere la licenza di pesca con l’assenso di chi ne esercita la potestà genitoriale.
Gli unici che non sono tenuti all’obbligo della licenza sono i minori di età inferiore ai 14 anni che esercitano la pesca con l’uso di una sola canna, con o senza mulinello, purché accompagnati da persona maggiorenne munita di licenza di pesca che sarà ritenuta responsabile in solido del comportamento del minore negli atti di pesca.

Torna All’Indice

Pesci presenti nel Lago

Luccio Lago di Bracciano - Clicca Per Ingrandire
Le specie ittiche presenti nel lago di Bracciano sono: il Luccio, il Persico Reale, la Scardola, la Rovella, la Tinca, la Carpa, l’Anguilla, il Lattarino, il Cefalo, il Coregone, il Persico Sole, la Gambusia.

Torna All’Indice

Misure minime e periodi di divieto di Pesca

PESCE – LUNGHEZZA MINIMA – PERIODO DI DIVIETO
Anguilla (Anguilla Anguilla) – 25cm – Nessuno
Carpa (Cyprinus Carpio) – 25cm – dal 15 Maggio al 30 Giugno
Cefalo e Mugilidi (Mugil Spp.) – 15cm – Nessuno
Coregone (Coregonus Lavaretus) – 30cm – dal 25 Dicembre al 31 Gennaio
Luccio (Exos Lucius) – 30cm – dal 15 Febbraio al 30 Marzo
Pesce Persico (Perca Fluviatilis) – 28cm – dal 15 Aprile al 30 Maggio
Persico Trota (Black Bass, Micropterus Salmoides) – 20cm – Nessuno
Tinca (Tica Tinca) – 20cm – dal 15 Maggio al 30 Giugno

Le lunghezze minime totali dei pesci si misurano dall’apice del muso del pesce a bocca chiusa, fino all’estremità del lobo caudale più lungo della pinna.

Torna All’Indice

Norme nella Pesca

Rispettando le seguenti norme non danneggerete l’ecosistema lacustre, quindi vi preghiamo di leggerle.

  • è vietata la pesca con il sangue, usato come esca, come pasturazione o come additivo ad altri componenti;
  • è vietata la pesca subacquea, la pesca con le mani e la pesca a strappo;
  • è vietata l’uccisione, la cattura, il trasporto ed il commercio dei gamberi d’acqua dolce (Austropotamobius pallipes italicus) e dei granchi d’acqua dolce (Potamon fluviatile) non provenienti da allevamento;
  • l’uso del guadino è consentito esclusivamente come mezzo ausiliario per la raccolta del pesce catturato;
  • la pesca sportiva è vietata nelle ore notturne e precisamente da un’ora dopo il tramonto del sole ad un’ora prima dell’alba;
  • la pesca dei lucci è limitata a non più di cinque esemplari a giornata per pescatore sportivo;
  • la pesca dei salmonidi (trote e coregoni) è limitata a non più di sei esemplari a giornata per pescatore sportivo;
  • la pesca del pesce re è limitata a non più di otto esemplari a giornata per pescatore sportivo;
  • la pesca dei barbi, dei cavedani, delle carpe e delle tinche è limitata a non più di dieci esemplari per ciascuna specie, a giornata, per pescatore sportivo;
  • per le altre specie il quantitativo giornaliero pescato non può superare cinque chilogrammi per ciascun pescatore sportivo;
  • nelle acque pubbliche, il posto di pesca aspetta al primo occupante per tutto il tempo in cui questi esercita la pesca;
  • i pescatori in esercizio di pesca con canna debbono stare ad una distanza di rispetto di almeno dieci metri l’uno dall’altro, salvo consenso del pescatore primo occupante;
  • l’uso della bilancia è vietato nel lago;
  • è vietata la pesca con la dinamite o con altre materie esplosive e con l’uso della corrente elettrica come mezzo diretto ed indiretto di uccisione o di stordimento dei pesci;
  • è vietato gettare ed immettere nelle acque sostanze atte ad intorbidire le acque stesse ed a stordire od uccidere i pesci. È vietata la raccolta dei pesci cosi storditi ed uccisi;

Torna All’Indice

Lascia un Commento

Negozi
Dove Mangiare
Dove Dormire

Altri Articoli